Indice pagina

CONSUMO CONSAPEVOLE:

Bio Roma promuove “il consumo consapevole” vogliamo che i nostri consumatori conoscano i nostri produttori, come produciamo, come rispettiamo l’ambiente e chi lavora con noi, la cura che mettiamo per avere prodotti di qualità e il minimo impatto sull’ambiente. Riteniamo che il consumatore debba sapere tutto sulla storia che ha il prodotto che acquista per nutrirsi e che tramite le sue scelte possa influenzare il mercato premiando i prodotti e i produttori che meritano la sua fiducia.

Di seguito i punti che seguiamo nelle nostre produzioni:

L’AGRICOLTURA BIOLOGICA

Produciamo senza uso di sostanze chimiche di sintesi, ossia non usiamo “pesticidi”.

I nostri prodotti non conoscono diserbanti, insetticidi, fitofarmaci, prodotti dall’industria chimica, ma solo tecniche agronomiche e prodotti naturali autorizzati.

Siamo sottoposti a rigidi controlli periodici degli organismi di controllo.

Tutti i nostri prodotti sono riconoscibili dal logo UE, hanno il codice del produttore e dell’ Organismo di Controllo e numero del lotto per garantire la rintracciabilità sulla filiera ai consumatori.

L’agricoltura biologica fa bene all’ambiente, fa bene a noi produttori che non ci avveleniamo con i trattamenti chimici, fa bene ai consumatori che possono nutrirsi

senza assumere i residui delle sostanze chimiche usate nell’agricoltura tradizionale.

L’AGRICOLTURA SOCIALE

Molte nostre cooperative socie praticano l’agricoltura sociale, cioè hanno al loro interno soci e lavoratori diversamente abili, svolgono servizi di inclusione sociale e lavorativa ma anche di ricreazione e di servizio per le comunità locali compresi interventi socio sanitari progetti di educazione ambientale e alimentare come previsto dalla legge 141/2015.

L’obiettivo dell’Agricoltura sociale è quello di migliorare lo stato di salute fisica e mentale delle persone attraverso la multifunzionalità agricola, il lavoro in campagna, la cura degli animali e dei campi.

Cerchiamo di dare lavoro a chi è in difficoltà promuovendo l’integrazione, lo sviluppo delle capacità individuali e collettive ricercando la felicità e un senso all’esistenza per ogni socio lavoratore.

FILIERE CORTE

Bio Roma ha realizzato un PIF (Progetto Integrato di Filiera) tagliando ogni intermediazione e passaggio non produttivo. Abbiamo realizzato un rapporto diretto dal produttore al consumatore per garantire:

1° – MAGGIOR REDDITO AI PRODUTTORI

2° – MINOR COSTO AI CONSUMATORI

3° – PRODOTTI FRESCHI, DI QUALITÀ GARANTITA

Abbiamo programmato le produzioni riducendo gli sprechi, diminuito i tempi dalla raccolta alla vendita ai consumatori, arrivando a un solo passaggio dalla produzione dei nostri campi di Roma al nostro negozio o direttamente alla casa dei nostri clienti che ci ordinano i prodotti a domicilio.

BUONA OCCUPAZIONE

I soci di Bio Roma garantiscono il rispetto delle regole nel lavoro, dai contributi alle paghe sindacali, dalla lotta agli infortuni agli orari di lavoro.

La lotta al lavoro nero, al caporalato, allo sfruttamento di chi lavora fa parte della storia del movimento cooperativo e della storia di alcune nostre cooperative socie che sono nate in stretto rapporto con le lotte dei braccianti organizzati.

KM ZERO Vogliamo dare i prodotti biologici di Roma ai romani

Utilizzare, là dove possibile, i prodotti del proprio territorio vuol dire:

1° – azzerare o ridurre al minimo i costi del trasporto

2° – prodotto più fresco

3° – minor costo del prodotto

4° – sostenere l’economia locale

5° – minor impatto ambientale e riduzione dell’emissione di CO2

Comprare della verdura che parte dal sud va al nord per essere confezionata e poi arriva a Roma dopo centinaia e centinaia di KM e molte ore dalla raccolta o consumare a Roma una verdura prodotta a Roma non è la stessa cosa.

COOPERAZIONE

Bio Roma è una cooperativa che associa e promuove altre cooperative.

Associare i produttori per realizzare degli investimenti collettivi che il singolo

non può permettersi è la nostra missione.

Da noi ogni testa è un voto: Non conta il capitale ma la persona, le sue capacità e i suoi prodotti.

La porta è sempre aperta: Vogliamo aggregare e unire più produttori e più prodotti convinti che l’unione fa la forza.

PDF scaricabile in download : 7 principi della cooperazione

PRODUCIAMO NEI PARCHI, NELLE RISERVE NATURALI, NELLE AREE PROTETTE.

Gli agricoltori da sempre difendono l’ambiente e il suolo agrario che sono la base delle loro produzioni.

I nostri soci lavorando la terra, la preservano per le generazioni future e la tolgono dall’uso di speculatori conservando e migliorando l’ambiente.

I nostri soci producono nei seguenti parchi e riserve:

Coop. Agricoltura Nuova – riserva naturale decima Malafede

Coop. Il Trattore – riserva naturale Valle dei Casali

Coop. CO.BR.AG.OR – riserva naturale dell’Insugherata

Coop. CORAGGIO – area verde Borghetto San Carlo

Rete di imprese agricole bio “il borgo urbano Di Cosimo” – Parco dell’Aniene

GIOVANI AGRICOLTORI

Bio Roma ha promosso l’inserimento dei giovani agricoltori sia singoli che associati nel mondo produttivo.

Tramite il Progetto integrato di Filiera gli forniamo l’assistenza tecnica e l’abbiamo inseriti nelle nostre filiere produttive e ne commercializziamo i prodotti.

Ad oggi Bio Roma associa:

10 giovani agricoltori che gestiscono direttamente le loro aziende e 2 cooperative la coop. CORAGGIO e la cooperativa Cerere

USO DELLE TERRE PUBBLICHE

Molti nostri soci producono nelle terre pubbliche del Comune di Roma, della

Regione Lazio/ARSIAL, della provincia.

Alcuni sono vincitori di bandi pubblici, altri come affittuari regolarizzati dopo

lunghe lotte per l’affidamento di terre pubbliche ai giovani.

L’occupazione delle terre pubbliche a Roma e nel Lazio vede un movimento significativo negli anni 70 e in quegli anni sono nate le seguenti cooperative nostre socie:

Agricoltura Nuova –  COMUNE DI ROMA

Co.bra.gor.  –   PROVINCIA DI ROMA

Cooperativa Rinascita 78 COMUNE DI ACCUMOLI

Cooperativa Zootecnica Grisciano COMUNE DI ACCUMOLI

Il Trattore – COMUNE DI ROMA

Negli ultimi anni la Regione Lazio e il comune di Roma ha emanato dei nuovi bandi per l’affidamento delle terre ai giovani agricoltori e tra gli affidatari sono nostri soci 2 cooperative di giovani:

Cooperativa Co.r.ag.gio –   COMUNE DI ROMA

Cerere –  ARSIAL (comune di Tarquinia)

Attualmente Bio Roma ha partecipato agli incontri pubblici preliminari svolti dalla Regione per l’affidamento in concessione dell’azienda agricola di Castel di Guido di proprietà della Regione Lazio gestite attualmente dal comune di Roma.

Riteniamo che l’affidamento ai privati di queste terre già certificate biologiche sia una occasione da non perdere e ci stiamo organizzando per proporre il migliore utilizzo possibile in sinergia con i nostri produttori bio e le associazioni del territorio.

IL RISPETTO DELL’ AMBIENTE, L’ ECONOMIA CIRCOLARE

Bio Roma ha assunto come suo principio guida il rispetto dell’ambiente non solo tramite le produzioni biologiche ma anche ad esempio nell’ organizzazione di eventi “plastic free” ossia eliminando l’uso della plastica durante le sue manifestazioni ed eventi come l’AMATRICIANA IN PIAZZA o nei suoi packaging dei regali di natale e nelle confezioni dei prodotti.

Bio Roma e i suoi soci promuovono l’economia circolare ossia il riuso degli scarti di lavorazione di una azienda che diventano la materia prima per altre aziende.

Agricoltura Nuova e il Trattore da anni utilizzano il sistema del compostaggio per fertilizzare i terreni con le potature gli sfalci del giardinaggio gli scarti delle produzioni orticole…

La Rete di imprese agricole bio “il borgo urbano Di Cosimo” ha vinto un bando della Regione Lazio costituendo una area APEA Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate che hanno le seguenti finalità:

  • la simbiosi e lo sviluppo industriale e tecnologico sostenibile;
  • l’economia circolare;
  • il riciclo ed il recupero dei rifiuti;
  • la tutela della salute, della sicurezza e dell’ambiente;
  • la salubrità e l’igiene dei luoghi di lavoro;
  • la prevenzione e la riduzione dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del terreno;
  • il trattamento delle acque reflue;
  • il contenimento del consumo dell’energia e il suo utilizzo efficace;
  • la prevenzione, il controllo e la gestione dei rischi di incidenti rilevanti;
  • l’adeguata e razionale accessibilità delle persone e delle merci;
  • programma di miglioramento ambientale, produttivo e competitivo.
Menu
Close

Carrello

Categorie